Archivi tag: gratis

Un sorriso

Un sorriso non costa nulla e rende molto.
Arricchisce chi lo riceve,
senza impoverire chi lo dona.
Non dura che un istante
ma il suo ricordo è talora eterno.

Nessuno è così ricco da poterne fare a meno.
Nessuno è così povero da non poterlo dare.
Crea felicità in casa; è sostegno negli affari;
è segno sensibile dell’amicizia profonda.

Un sorriso dà riposo alla stanchezza;
nello scoraggiamento rinnova il coraggio;
nella tristezza è consolazione;
d’ogni pena è naturale rimedio.
Ma è bene che non si può comprare,
né prestare, né rubare,
poichè esso ha valore solo nell’istante in cui si dona.

E se poi incontrerete talora chi non vi dona l’atteso sorriso,
siate generosi e date il vostro;
perchè nessuno ha tanto bisogno di sorriso
come chi non sa darlo ad altri.

Frederik W. Faber (1814-1863)

Annunci

Poveri dentro

In realtà il titolo che volevo dare a questo articolo è pezzenti dentro. Mi riferisco infatti a quelle persone che hanno per professione o per eredità dei privilegi sociali e che invece di utilizzare la formula di “aiutare chi è meno fortunato” non solo non si preoccupano minimamente di fare del bene ma in più fanno anche i pezzenti appunto con tutti gli altri, che sono invece “normali”. Per cui li senti fare le pulci per avere un regalo gratuito per i figli, per andare – sempre gratuitamente – a teatro e al museo, avere offerti i biglietti allo stadio, leggere il giornale del giorno prima pur di non comperarlo, scroccare persino il caffè al bar!

Si oggi ce l’ho con loro, i privilegiati, che si credono tanto nobili d’animo ma che in realtà sono solo dei pezzenti senza un minimo di dignità, che sanno solo lamentarsi e piangere per quello che non hanno (nel senso che non posso averlo gratis) e non ringraziano mai per quello che invece viene loro dato.

Qualcuno magari potrà pensare che la mia è solo invidia ma non è così, la mia è indignazione. Sono ovviamente esclusi dallo sfogo coloro che, seppur appartenendo alla categoria dei privilegiati, non hanno comportamenti di questo genere.

Parlando dei pezzenti dentro mi riferisco anche ai politici. E qui mi taccio nelle descrizioni perché è palese e sotto gli occhi di tutti la situazione e i privilegi a loro concessi ma che comunque non gli bastano mai e hanno ancora bisogno di rubarci tutto per essere soddisfatti. Guardatevi allo specchio attentamente, probabilmente vedrete quello che c’è dentro di voi, un po’ come accade a Dorian Gray quando vede il suo ritratto e forse a quel punto mi auguro vi renderete conto di quello che siete e vi ravvedrete.

Per fortuna ci sono anche tante persone comuni che si aiutano l’un l’altro e per quanto sul loro bilancio possa impattare fare beneficienza, partecipare alla colletta alimentare, adottare un bambino a distanza, donare 2 euro per contribuire alla ricerca di malattie ancora incurabili, oppure offrire un caffè anche a loro i pezzenti, lo fanno volentieri e con il cuore. Sono ricchi dentro e sono persone dignitose. È questo che conta.

Consigli per gli acquisti nell’era di Internet

Inutile dire che il momento economico che stiamo vivendo non è dei più floridi e ognuno di noi nel proprio piccolo cerca di far quadrare i conti a fine mese per quanto possibile. Devo dire che in questi tempi di ristrettezze ho iniziato a sviluppare una sensibilità notevole sugli acquisti cercando di risparmiare su tutto senza però privarmi troppo.

Internet aiuta tantissimo in questo, per esempio ho scoperto che esistono diversi siti che consentono non solo di comparare i prezzi ma addirittura ti indicano quali sono gli ipermercati, i mediastore & co. dove trovare prodotti sottocosto, come ad esempio http://www.ultimoprezzo.com/ (la versione mobile è più facile da fruire). Su questo sito puoi trovare tutti i volantini dei supermercati sfogliabili on line per fare la spesa acquistando i vari prodotti in offerta, che si tratti di cibo, di pc, abbigliamento, scarpe e quant’altro; inoltre è possibile consultare quotidiamente “gli affari del giorno”.

Per arrivare a fine mese inizialmente ho dovuto dire bye bye alle cene fuori, per forza pizza e birra ormai ti costano sui 20 euro! Per non parlare di andare a mangiare sushi: roba da milionari! Fino a che non ho iniziato a comprare i coupon su siti come groupon, groupalia etc. senza diventare coupon-dipendente. Non dico tutte le settimane, ma una volta ogni due settimane acquistando le offerte su questi siti si può andare a mangiare antipasto+pizza+bevanda+coperto a 10 euro in pieno centro, e un bel menù di sushi con 12 euro mica male no?! Ormai non esiste al mondo che vada a mangiar fuori senza coupon, proprio non me lo posso permettere!

Per non parlare dei regali per amiche, fidanzato, genitori, fratelli/sorelle: tutto online! A prezzi scontatissimi compri cose originali e divertenti senza venderti il rene al mercato nero! Ovviamente non ci si può ridurre all’ultimo, comprare su internet per risparmiare significa dover dedicare un po’ di tempo alle ricerche solo così si riesce ad acquistare a prezzi scontatissimi.

Oltre a questo ho aderito a diversi sondaggi di grandi marche che, solo per rispondere a qualche domanda sulle tue abitudini di acquisto, ti consentono di raggiungere punti per ogni questionario compilato aggiudicandoti senza fatica e senza comprare nulla ceste di cibo, detersivi, o nuovi prodotti per capelli appena messi sul mercato.

In questo modo anche una povera impiegata – parlo di me 🙂 – può riuscire a gestire il proprio budget mensile senza per forza non uscire più di casa e azzerare la vita sociale!